Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2019

Mercanti di uomini. Libia, una vita vale 12.500 dollari. Storie di tortura e sofferenza

Immagine
Trafficanti e boia che ricattano le povere famiglie dei migranti. E se i soldi non arrivano dietro l'angolo c'è la morte. Nell'indifferenza generale si leva solo il grido di papa Francesco
fonte: Avvenire.it - articolo di Paolo Lambruschini
«Aiutateci. Siamo in pericolo, ci prendono a calci ogni volta. Se potete aiutateci per favore». La vita di una persona vale 12.500 dollari nel lager libico di Bani Walid, 11.220 euro circa. È il prezzo fissato dai miliziani che appartengono alla tribù dei Warfalla e che controllano la città nel distretto di Misurata, circa 150 chilometri a sud est di Tripoli, uno dei principali snodi del traffico di migranti in arrivo dal sud della Libia e diretti verso la costa. L’economia dell’area si regge da anni sul traffico di petrolio e di esseri umani. I banditi hanno "acquistato" dal trafficante eritreo Abuselam Ferensawi, detto il francese, uno dei maggiori mercante di carne umana in Libia – sparito probabilmente in Qatar per godersi i p…