Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2008

CALENDARIO 2009 - CALEN-DIAMO

Immagine
Grazie alla sensibilità dello sponsor
STEFAN
al via il progetto

CALEN-DIAMO così ogni giorno aiutamo un bambino a sopravvivere
Il Rapporto UNICEF 2008 su "La condizione dell'infanzia nel mondo - Nascere e crescere sani", evidenzia come ogni giorno nel mondo muoiano più di 26000 bambini sotto i cinque anni per malnutrizione.

L’Eritrea è al primo posto tra i paesi più poveri al mondo: secondo la FAO, il 75% della popolazione è sottonutrita. A soffrire di questa tremenda situazione sono i più deboli: bambini ed anziani.

COSA POSSIAMO FARE?
In Eritrea per acquistare ciò che serve alla preparazione di un pasto che permetta ad un bambino di vivere e crescere, bastano 4 centesimi di euro al giorno. Per sconfiggere la malnutrizione e la fame, i missionari in molti asili tutti i giorni offrono ai piccoli un pasto. Questo per molti bambini è spesso l’unico cibo della giornata.
Con solo 1500 euro insieme possiamo assicurare il pasto quotidiano per un anno ai bambini dell’asilo di un intero…

A Lampedusa sbarcano sempre più donne

Il numero è triplicato nell'ultimo anno. Molte arrivano con i figli per sfuggire alla guerraLAMPEDUSA (Agrigento) — Sempre più donne e bambini. Sempre più persone che richiedono asilo politico. L'immigrazione cambia pelle e lo si vede da quello straordinario punto di osservazione che è il molo di Lampedusa, dove approdano i migranti provenienti dalle regioni più tormentate del continente africano. Nei primi undici mesi di quest'anno sull'isola sono sbarcate 3.128 donne, il triplo di quella arrivate in tutto il 2007. Il dato è ancora più eloquente se letto in percentuale sul totale dei migranti giunti a Lampedusa: ad ottobre 2006 le donne erano il 5,2 %, nel 2007 l'8,8%, quest'anno siamo oltre il 12%. Altrettanto significativo l'aumento dei minori, spesso non accompagnati. Si è passati dal 2% del 2006, all'8% di quest'anno. Quanto alle aree di provenienza, la stragrande maggioranza dei migranti arriva da Eritrea e Somalia.«La nostra esperienza—spiega…