In viaggio il container di medicinali e materiale sanitario


E' partito in questi giorni da Genova il container di medicinali e materiale sanitario destinato alle cliniche delle suore Figlie della Carità in Eritrea.

Un carico che consentirà a quattro cliniche di fornire per circa un anno l'assistenza sanitaria a circa 300.000 persone che vivono nei villaggi e che sarebbero altrimenti sprovviste di ogni tipo di cura.
Arriva così a conclusione anche quest'anno il progetto iniziato con il Natale del 2011 con i mercatini di vestiario donato dalla Prefettura di Prato perchè proveniente da sequestri. Tanti i volontari che si sono avvicendati ai banchini per tutto il periodo natalizio, un'opera che ha permesso l'acquisto e l'invio di 729.154 dosi di medicinali e 33.501 articoli sanitari fra cui garze, guanti, siringhe, cerotti e bende.
Oltre poi a materassi ospedalieri, lenzuoli, coperte, bilance e vestiti per neonati ed altre attrezzature necessarie al funzionamento delle cliniche, donate da Servizi Italia Spa.
La solidarietà unisce, anche e forse di più in tempi di crisi, un grazie dunque a tutti quanti hanno speso i loro tempo per stare ai banchini o per preparare il carico, al Centro Missionario Medicinali di Firenze ed al Centro Missionario Medicinali Vincenziano di Prato per i medicinali raccolti e donati, al Centro Missionario Madonna della Fiducia di Prato, ad El.En. Spa, ad Eurocarta Spa, ed alla Cooperativa Piazza Ciardi che ha spancalato tutto e stivato il container, ma anche soprattutto alla congregazione delle suore Figlie della Carità di San Vincenzo de' Paoli.
Tante gocce messe insieme.... come ha detto M. Teresa, formano l'oceano.



Post popolari in questo blog

L'odissea degli ultimi. Libia, nuove cronache dall'orrore

Chiesa Eritrea: digiuno e preghiera per la chiusura degli ospedali cattolici

Libia. Torture nei campi di detenzione: le nuove immagini choc