Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2013

Dov’è il tuo fratello?» Chi è il responsabile di questo sangue?

Immagine
OMELIA DEL SANTO PADRE FRANCESCO Lampedusa 8/07/2013
Immigrati morti in mare, da quelle barche che invece di essere una via di speranza sono state una via di morte. Così il titolo dei giornali. Quando alcune settimane fa ho appreso questa notizia, che purtroppo tante volte si è ripetuta, il pensiero vi è tornato continuamente come una spina nel cuore che porta sofferenza. E allora ho sentito che dovevo venire qui oggi a pregare, a compiere un gesto di vicinanza, ma anche a risvegliare le nostre coscienze perché ciò che è accaduto non si ripeta. Non si ripeta per favore. .........
......
Questa mattina, alla luce della Parola di Dio che abbiamo ascoltato, vorrei proporre alcune parole che soprattutto provochino la coscienza di tutti, spingano a riflettere e a cambiare concretamente certi atteggiamenti.
«Adamo, dove sei?»: è la prima domanda che Dio rivolge all’uomo dopo il peccato. «Dove sei Adamo?». E Adamo è un uomo disorientato che ha perso il suo posto nella creazione perché crede di di…

Senza fine il dramma dei profughi del Sinai: la testimonianza di Alganesh Fessaha

Immagine
Un dramma a pochi chilometri dalle spiagge del Mar Rosso, frequentate ogni anno da milioni di occidentali. E’ quello di migliaia di profughi in fuga sopratutto dall’Eritrea, che si affidano a trafficanti senza scrupoli per raggiungere Israele, attraversando il Sinai. Una terra di passaggio, che diventa la loro tragica prigione: in centinaia vengono sequestrati e torturati, nell’indifferenza pressoché totale. Ad aiutarli a fuggire c'è anche una donna: la dottoressa Alganesh Fessaha dell'Ong Ghandi, che insieme al giovane sceicco egiziano Mohammed Ali Hassan Awwad, ha salvato centinaia di persone. Salvatore Sabatino l’ha intervistata:

R. - Da sei anni sono nel Sinai e aiuto i profughi a fuggire. L’altra settimana ho ricevuto una richiesta di aiuto da sei persone. Mi sono messa d’accordo con lo sceicco egiziano Mohammed Ali Hassan Awwad su come liberarli. Solo alle sei della mattina successiva siamo riusciti a liberarli. E' entrato sparando insieme a 15 persone, ha fermato i g…