Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2011

Come una piccola pompa solare può cambiare la vita

Shinara – Eritrea – Maggio 2011

Shinara è un villaggio a circa 7 km da Keren, nell’entroterra eritreo. Il villaggio, come tutti i villaggi eritrei, non ha un acquedotto. I tucul, le tipiche case dell’area, sono tutti senz’acqua e per approvvigionarsi di quanto serve alla famiglia per sopravvivere, i ragazzi, le donne ed i bambini tutti i giorni vanno al pozzo nel letto del fiume in secca a riempire i bidoni. Un eterno campeggio dove però non ci sono nemmeno i servizi igienici, un eterno campeggio dove chi è più fortunato ha un asino sui cui caricare i bidoni pieni d’acqua, mentre sono tanti anche quelli che se li caricano sulle spalle per poi farsi anche più di mezz’ora di cammino sotto il sole per tornare a casa. Il pozzo di Shinara è un pozzo profondo circa 25 metri e l’acqua è ad una profondità che varia dai quindici ai venti metri. L’acqua viene prelevata da una botola sempre aperta. I secchi vengono buttati giù e riempiti da bambini il cui peso è spesso uguale al carico che tirano …

Ed eccoci ancora a casa, con tanta voglia di ripartire

Immagine
Si è conclusa la seconda missione del 2011.
Solo dieci giorni fa, grazie ad un caro e noto amico, Luca Calvani, ed a sua moglie Francesca, tornavamo a prendere l'aereo per Asmara. Obiettivo: cercare le forme per aiutare quel popolo ancora troppo nella fame e nella disperazione.
E così Luca, Dario e Mario sono tornati in Eritrea. Subito lunedì 9 maggio la prima bella sopresa: l'arrivo e lo scarico del container di medicinali e materiale sanitario inviato dalla associazione circa due mesi fa, poi il montaggio della nuova pompa solare del villaggio di Shianra, seguito dalla riparazione della pompa della scuola di S. Anna a Keren e di quella di Mai Minè. L'orfanotrofio di S. Agnese in Keren è poi stato fra gli obiettivi primari della missione: una struttura fatiscente che ospita 25 bambine oltre alle suore che le accudiscono, e che è priva di cucina, con il tetto che cade a pezzi, con i bagno da rifare: stima ad occhiometro, 20/30000 euro di lavori che..... la Provvidenza non fa…
Immagine
Immagine